permacultura

La Permacultura è un processo integrato di progettazione che dà come risultato un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico. L’obiettivo è la progettazione e la conservazione di ecosistemi produttivi che hanno la diversità, la stabilità e la flessibilità degli ecosistemi naturali.

Alcuni princìpi fondamentali sono alla base dell’idea di permacultura e risultano essenziali per comprenderla e per valutarla. Tra questi, per esempio, c’è l’idea che la futura riduzione della disponibilità di carburanti fossili entro poche generazioni vedrà un graduale ritorno dei principi di configurazione sistemica osservabili in natura e nelle società preindustriali, le quali sono dipendenti dalle energie e dalle risorse rinnovabili. Lo sfruttamento dei carburanti fossili durante l’era industriale è, infatti, visto come la causa principale della spettacolare esplosione del numero di esseri umani, della tecnologia e di ogni altra particolare novità della società moderna.

Il ruolo ed il valore della diversità nella natura, nella cultura e nella permacultura sono fondamentali. Alcune tra le fonti di energia che, secondo la permacultura, saranno necessarie sono il sole, il vento e i flussi di acqua, ma anche le risorse di scarto dalle attività agricole, industriali e commerciali. Rientrano, invece, tra le più importanti forme di immagazzinamento di valore futuro il suolo fertile con alto contenuto di humus, i sistemi di vegetazione perenni (come gli alberi, produzione di cibo ed altre utili risorse) e i bacini idrici e serbatoi.

La permacultura, quindi, riguarda anche (e soprattutto) l’etica e i principi centrati sul tema fondamentale della gestione della terra e della natura. Applicando i principi e le strategie ecologiche, è possibile ripristinare l’equilibrio di quei sistemi che sono alla base della vita. Gli impatti attuali e futuri della società industriale globale e del numero di esseri umani sulla meravigliosa biodiversità del mondo saranno ben più grandi dei profondi cambiamenti degli ultimi secoli. Sarà fondamentale, allora, avviare un processo che preveda di provvedere ai bisogni delle persone all’interno dei limiti ecologici. Una vera e propria rivoluzione culturale, insomma, che miri a limitare l’attuale e futura crisi ambientale, terribilmente reale ed è di un’intensità che senza dubbio renderà irriconoscibile la
moderna società industriale globale.

x

Contattaci